Peccati di gioventù di Google Chrome

Google Chrome è il nuovo browser che Google ha presentato nella giornata di ieri, 2 settembre 2008. Attualmente disponibile in versione beta per sistemi Windows, il software è localizzato in 42 lingue.

La traduzione in italiano sembra generalmente di buon livello, con qualche tocco di originalità. Utilizza infatti termini informali come Roba da smanettoni per l’inglese Under the Hood, per cui altre lingue hanno preferito soluzioni più seriose come Opzioni avanzate.

Utilizzando Google Chrome ho trovato però alcuni piccoli errori e imprecisioni, dovuti forse alla giovane età del prodotto.

Per esempio, facendo clic sul pulsante Personalizza e controlla Google Chrome, posto in alto a destra (icona della chiave inglese) e selezionando Informazioni su Google Chrome, si apre la finestra omonima. Nel caso in cui non sia presente una connessione a Internet, la finestra appare come mostrato di seguito.

Il messaggio Aggiornamento server non disponibile, posto nella parte inferiore, dovrebbe essere simile a Server di aggiornamento non disponibile. La stringa originale inglese è infatti Update server not available.

Selezionando invece Opzioni dallo stesso menu utilizzato sopra, si apre la finestra Opzioni Google Chrome. Facendo clic su Gestisci nella sezione Ricerca predefinita, si apre la finestra Motori di ricerca. Selezionando Ask.com Italia nell’elenco delle opzioni di ricerca predefinite e facendo clic su Modifica si apre la finestra Modifica motore di ricerca, visualizzata di seguito.

La spiegazione Inserisci %s nell’URL in cui dovrebbero comparire i termini di ricerca è fuorviante e poco chiara. Una forma più comprensibile potrebbe essere Nell’URL, utilizza %s come segnaposto per i termini di ricerca. La stringa inglese corrispondente è infatti Insert %s in the URL where the search terms should appear.

A parte i due esempi riportati sopra, qua e là nel programma vi sono altri piccoli refusi, come “clic cu Annulla”, “Nessun pagina web” e “verrano visualizzate qui”.

La natura open source del prodotto dovrebbe rendere semplice e veloce l’individuazione e la correzione di tutti i problemi. Tempo permettendo, cercherò di segnalarli opportunamente.

3 Risposte to “Peccati di gioventù di Google Chrome”

  1. d. Says:

    Ricontrolla al prossimo aggiornamento. Alcune correzioni dell’ultima ora non sono ancora visibili. Ti assicuro che le tue segnalazioni sono già state implementate.
    Ne approfitto per ringraziarti delle numerose segnalazioni presenti su questo blog.
    Un amico da Google…:)

  2. g1anluca Says:

    Grazie a te per le puntuali correzioni, amico😉
    Gianluca

  3. Troncamenti vari in Google Chrome « Premere il tasto ANY Says:

    […] Premere il tasto ANY Riflessioni sulle traduzioni professionali in ambito informatico « Peccati di gioventù di Google Chrome […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: